Bene bene,dopo la spiegazione di come mi sono autocostruito un piccolo terrario,mi è stato chiesto di inserire anche la spiegazione di come ho costruito la gabbia che poi ci ho posizionato sopra.

Prima di iniziare con la spiegazione vorrei fare un paio di premesse:

Come ho già avuto modo di dire,imbarcarsi nell'avventura di autocostruirsi una gabbia o un terrario,o altre cose,lo si deve fare per tanti motivi TRANNE che per risparmiare euro,NON si rischierebbe di rimanere delusi,si rimarrebbe CERTAMENTE delusi,il solo prezzo del materiale supera in certi casi il prezzo di una gabbia commerciale delle stesse dimensioni.

Come seconda cosa vorrei fare presente che la spiegazione che andrà a seguire,non sarà così perfetta come lo è stata per il terrario,per il semplice fatto che per il terrario c'era già l'intenzione di mettere la spiegazione passo passo una volta terminato e quindi ho scattato le foto dei vari passaggi,della gabbia non c'era questa intenzione quindi le foto sono prese dalla gabbia già finita(vedrò comunque di sopperire con spiegazioni più accurate.)

Ultima cosa,il motivo per cui faccio questa spiegazione è appunto perchè mi è stata richiesta,il motivo invece per cui non era prevista è perchè la gabbia io l'ho costruita non da hobbista,non usando un metodo da "bricollage",insomma lavorare il ferro è il mio mestiere quindi non sò che senso avrebbe avuto spiegare come fare una gabbia (così come l'ho fatta io)a chi poi non avrebbe avuto a disposizione attrezzi e materiali che ho io.

per darvi una idea,ecco il mio posto di lavoro

 

 

Poi mi è stato fatto presente che comunque potrebbe essere interessante anche solo per prendere degli spunti,delle idee,e allora provo a vedere cosa riesco a fare.

Iniziamo il lavoro,come prima cosa ho creato quelli che saranno i supporti dei piani tagliando dell'angolare con lati di 3cm x 1.5mm di spessore a 45 gradi

 

 

 

In modo da creare dei veri e propri telaietti a forma di cornice,faranno da supporto per i piani in legno,la misura sarà quella che vorrete dare alla gabbia,e naturalmente uno per piano.

ho tagliato poi(dello stesso materiale)i distanziali che serviranno a fare la misura dei piani.

Tenete presente che per i cdp un piano di 40 cm è sufficiente,più alto non solo è inutile ma potrebbe essere (se molto più alto)addiritura pericoloso,ripeto se molto più alto

 

 

Fatti i telai per i piani li ho uniti fra loro con i distanziali in questo modo

 

 

Ho scelto di usare questo sistema invece di usare un distanziale unico e lungo (come gli scaffali per intenderci)perchè in questo modo non ci sono differenze di spessori e il telaio risulta pari in tutta la sua lunghezza sia all'interno che all'esterno.

quindi avremo un telaio con montati i distanziali

 

 

Una cosa da non dimenticare di fare prima di assemblare tutto,è praticare tanti fori su tutti i lati dei vari pezzi che si tagliano,serviranno sicuramente per avvitarci qualcosa e vi garantisco che non sono mai abbastanza,è meglio avere un foro in più inutilizzato che doverlo fare poi con la gabbia montata e magari con i topotti dentro.

 

 

Insomma fatto questo vi troverete con una struttura più o meno come questo schizzo

 

 

naturalmente il numero dei piani varierà a secondo del posto e dell'altezza che avrete a disposizione.

I materiali usati per chiudere la gabbia sono,lo stesso plexi che ho usato per il terrario,nelle parti che invece sono rimaste aperte ho usato ritagli di rete a filo ondulato di 3mm di diametro con fori di 2cm x 2cm

 

 

Una rete molto robusta,qualche punto di saldatura e il gioco è fatto.

La parte posteriore della gabbia (che dà verso il muro)l'ho chiusa completamente meno la parte superiore per gli ultimi 20 cm dove ho messo la rete per favorire il ricambio di aria

 

 

Rete che poi ho messo anche nella parte destra quella che affianca la seconda gabbia,in modo che si possa vedere da una all'altra.

Nella foto sotto si vede dall'interno la parte posteriore della gabbia e quella destra con la rete

 

 

Nel lato sinistro invece ho avvitato delle pareti in plexi forate in alto

questa la vista esterna

 

 

E questa la vista della parete in plexi dall'interno

 

 

A questo punto il lavoro più importante,i portelli.

Ne ho fatto uno per piano apribili singolarmente e ognuno a tutt'apertura,in modo da poter comodamente inserire e togliere i piani per la loro pulizia e per qualunque altra operazione.

Il particolare del portello chiuso

 

 

Il portello aperto

 

 

Zoomata sulla chiusura:Questo particolare è molto importante come antifuga,io ho optato per chiusure a pomelli filettati.

 

 

Nella foto sotto, il particolare di come ho montato il plexi sui portelli

 

 

Per completare la struttura mettiamo il tetto,io ho usato il coperchio della cassa che ho utilizzato per fare il terrario (ricordate quello che mi era avanzato nella costruzione?),che ho poi protetto,essendo di legno grezzo,con il plexi di 2,5mm

 

 

Ultimo tocco alla struttura prima di iniziare il montaggio dei vari accessori è la verniciatura.

E' d'obbligo utilizzare vernice o fondo all'acqua (preferibile) o al massimo,in alternativa,una vernice per "alimenti"(quella che si usa per verniciare materiali che vanno a contatto con prodotti destinati all'alimentazione).

Una volta ultimata la struttura,iniziamo a fare i piani.

Io ho usato del trucciolare da 1,6 cm con laminatura di formica (quello per intenderci che si usa per i ripiani delle cucine)già ho spiegato che la nota negativa dell'usare questo materiale(essendo liscio i piedini dei topotti non fanno presa)è assolutamente compensata da quelle positive(è impermeabile e quindi lavabile)in più si può ovviare mettendo un ottimo strato di fondo(truccioli,pellet,fieno)in modo da renderlo confortevole e assorbente.

Quindi partiamo dalla tavola di trucciolare che deve essere della misura da poter essere inserito nel telaio costruito

 

 

A questo piano andremo a praticare l'apertura,e solo quella,per la scaletta che porterà da un piano all'altro,all'incirca 15/20cm x 15/20 cm

 

 

Poi andremo a contornare tutto il perimetro(compreso lo spacco per la scaletta)con una protezione alta circa 5 cm che serve per non fare cadere al piano di sotto e fuori della gabbia il materiale che si userà come fondo gabbia

 

 

Il risultato che si otterrà sarà questo:

In questa foto si vede il particolare del piano senza il materiale di fondo

 

 

In quest'altra invece,con il materiale di fondo posizionato

 

 

E' arrivato il momento di preparare le scalette,io ho usato un'asse di abete a cui ho incollato con della colla a caldo(oppure colla da legno all'acqua)dei pioli,una volta incollati bene,ho rifilato il tutto con l'alternativo(il seghetto da legno)in modo da avere le pareti della scaletta pari.

 

 

Dopo di che ho fissato alla parete posteriore le scalette dal piano inferiore verso l'alto indirizzandole nello spacco fatto in precedenza

 

 

Il lavoro della singola gabbia sarebbe finito,rimangono alcune cose,la prima è che nel mio caso dovendola affiancare alla gabbia già esistente ho dovuto realizzare una apertura in entrambe per poterle collegare

 

 

Poi naturalmente il tutto è stato appoggiato(e fissato)sul famoso terrario

 

 

Ed infine stà alla fantasia di ognuno di noi arredare la nuova casa per renderla confortevole ai nostri adorabili amichetti.

Esempio:io ho predisposto nel secondo piano una tana artificiale formata da due pozzetti di ispezione in plastica (quelli da costruzione)uniti assieme e davanti ho inserito una semicurva come entrata,ho poi coperto il tutto con fieno,e sembra sia molto piaciuto a Tata e Charly.

 

 

 

 

E queste sono le foto (che già sono sul forum) della gabbia finita accopiata a quella già esistente.

 

 

 

Il mio lavoro è finito,non sò quanto può essere utile (spero molto)ma vorrei fare,a conlcusione di tutto,una ultima considerazione.

Costruite la gabbia più spaziosa e confortevole possibile,MA se mai rinunciate ad un piano per dedicarlo ad un,seppur piccolo,spazio per la terra.

Quello che fanno quando sono nella terra è indescrivibile,è una soddisfazione vederli scavare per noi,è una soddisfazione scavare per loro.

La terra è il loro habitat naturale,nulla,per quanto bello e ben fatto,potrà sostituirla.

Non avevo mai avuto un terrario per loro,e non avevo mai visto come si comportavano scavando.

Oggi se dovessi ripartire a fare qualcosa per loro,partirei sicuramente dal terrario.

Errori fatti nella costruzione di questa gabbia (evitiamo di rifarli)

Ho fatto aprire tutti gli sportelli dall'alto verso il basso,chiudendoli con dei pomelli filettati,la chiusura è certamente sicura,ma i pomelli dello sportello inferiore,impedisce l'apertura completa di quello superiore che gli si appoggia sopra,per aprire completamente lo sportello devo prima togliere entrambi i pomelli del portello inferiore.

Non ci sono altri grossi errori,ma sicuramente delle migliorie nella costruzione che userò certamente per la prossima realizzazione

Spero di essere stato utile anche con questa spiegazione,e anche in questo caso vi auguro:

BUON LAVORO