Per costruire la gabbia che ospiterà Birillino e Kenya ho voluto utilizzare degli scaffali commerciali,per dare qualche idea a chi volesse provare ad autocostruirsene una non avendo a disposizione i materiali di cui normalmente dispongo io in officina.

Questo è il contenuto completo di un kit per uno scaffale leggero (non userò mai più il tipo leggero. Visto che poi comunque ho dovuto rinforzarlo, tanto vale partire già con qualcosa di più robusto)

Ne esistono di diverse misure,altezze e materiali,quindi andremo a scegliere quello che più farà al caso nostro.

Lo scaffalino si monta senza nessuna vite e senza l'ausilio di attrezzi
Per la gabbia di Birillo ne ho usati 2 che poi unirò assieme come da questa foto.I ripiani dello scaffale singolo misurano (quello da me usato,ma come detto ve ne sono di varie misure) 95 cm x 40 cm, quindi a gabbia finita avrò a disposizione 4 ripiani di 95 cm x 80 cm,mentre l'altezza di ogni piano è di circa 40 cm.
Ho dovuto subito iniziare a rinforzare gli scaffali, sia con viti che con un punto di saldatura,se si parte da scaffali molto più robusti il tempo in più che si impiega a montarli si risparmierà sicuramente dopo.
Essendo 2 gli scaffali ho potuto lavorare su uno per volta,e ho iniziato con quello che sarà la parte posteriore,come prima cosa ho praticato gli spacchi che serviranno come passaggi per le scalette da un piano all'altro
La parte posteriore che sarà attaccata alla parete,l'ho chiusa completamente (non avrebbe luce comunque essendo appunto appoggiata al muro)mettendo solo nella parte alta di ogni piano 10 cm di rete per il ricambio dell'aria.

Anche la parte destra appoggerà al muro (la gabbia sarà sistemata in un angolo della stanza quindi appoggerà su 2 pareti) e ho usato lo stesso sistema che ho usato per il posteriore,portando però la rete a 15 cm.

(La differenza di misura tra la rete messa nella parte alta posteriore e quella messa invece nella parte laterale,è solo dovuta al fatto che gli scarti di rete che ho a disposizione sono già di quelle misure,nulla di più)

Il lato della gabbia che sarà a vista ho provato ad usare un metodo diverso rispetto alla seconda gabbia di Tata e Charly dove ho avvitato un pezzo di plexi grande tanto quanto l'apertura che dovevo chiudere,e forando poi la parte superiore del plexi stesso.In questa di Birillo invece ho messo della rete fino all'altezza dove lo avrei forato,e sotto metterò la lastra di plexi liscia,così eviterò di forarla e userò anche meno materiale(visto quello che costa è un bel risparmio)
Ecco come si presenta la prima metà gabbia dopo qualche lavoretto
E dopo qualche lavoretto alla parte anteriore ho fatto una prova di come sarebbe venuta,direi che posso continuare il lavoro.
Ecco la parte posteriore della gabbia (posizionata al suo posto) verniciata e finita in tutti i suoi particolari.
Come dicevo per la parete laterale ho usato metà plexi rispetto a quella di Tata e Charly.Mettendo della rete nella parte alta ho evitato di forare il plexi,cosa che avrei dovuto fare se lo avessi messo in tutta la parete e oltretutto ne ho usato anche di meno.
Per i ripiani ho usato lo stesso identico sistema delle altre gabbie,è collaudato e mi ci trovo veramente molto bene
Ecco come si presenta la facciata della gabbia(questi sono solo 2 dei 4 piani che la compongono)dove poi attaccherò la seconda parte
il particolare di una scaletta che porta da un piano all'altro
Ormai la parte posteriore della gabbia è finita,rimangono i particolari, nel 4° piano ho attaccato degli scarti di legno che serviranno (spero) per salvaguardare dai dentini le scalette,al 3° piano invece ho messo i soliti pozzetti che fungeranno da tana.
Altri accessori o giochi dove è possibile metterli non è mai uno sbaglio
Finita la parte posteriore ho unito a questa,la parte anteriore.Gli scaffali commerciali sono già predisposti per essere uniti assieme sia per la loro lunghezza che per la larghezza (come nel mio caso)
Questo (e quello sopra) è il particolare di come vengono uniti i due scaffali.
E questa è una prima vista delle due parti (anteriore e posteriore) unite. (di fianco si intravede quello che sarà il terrario a corredo della gabbia)
I piani stanno per essere terminati ad uno ad uno con i vari giochi e con il bordo anteriore che eviterà al trucciolo e pellet,che userò come fondo,di cadere al di fuori quando aprirò gli sportelli.
Altro piano
Idem come sopra,rimane solo da mettere il plexi negli sportelli anteriori.
Come ho fissato il plexi sui portelli
Altra vista del plexi sui portelli
La vista dei ripiani con il triplo strato di fondo posizionato
Altri ripiani terminati
Il fianco della gabbia,vista dalla mia postazione pc da dove avrò sott'occhio il topastro.
FINALMENTE E' FINITA !!!!!!!!
Birillo ha preso possesso della nuova dimora e subito inizia l'esplorazione.Dopo tutta la fatica fatta spero almeno che gli piaccia

Anche questa gabbia è finita,ho usato degli scaffali commerciali per dare modo,a chi volesse provare a costruirsene una,di prendere degli spunti o delle idee.

Personalmente,avendo a disposizione una attrezzatura da carpentiere,avrei fatto prima a costruirla con altri materiali,ma così facendo spero di essere stato utile a qualcuno.Naturalmente tutto ciò che io ho saldato può benissimo essere avvitato alla struttura,l'unico consiglio è quello di utilizzare meno rete possibile,e quella che si utilizza che sia molto rigida in modo che non appena tentano di morderla capiscono immediatamente che è meglio lasciare perdere.Un pò di peso in più sul peso totale della gabbia,vale sicuramente quello che i topastri guadagnano in termini di salute.

Per il momento non ho riscontrato difetti nella costruzione avendo tenuto presente i piccoli errori fatti nel costruire le precedenti.

Ora non resta che affiancare alla gabbia di birillo il terrario.